La banda dei ranocchi

video

La banda dei ranocchi, è un prodotto proiettato per la prima volta nel 1973 in Giappone, ma che arriva sulle reti Italiane nel 1982.

La storia racconta la vita del ranocchietto Demetan, che a causa di una furibonda tempesta si trova ad essere spazzato via dalle braccia dei genitori e dal laghetto in cui vivono, ritrovandosi da solo senza sapere neanche piu’ come muoversi.

Qui conosce la ranocchietta Ranatan “figlia del malvagio capo Gyata”, che lo riconduce dai suoi genitori permettendogli così di riabbracciarli. I tre finalmente riuniti, data la rara bellezza del nuovo stagno in cui si trovano, decidono di rimanere.

Demetan fa la conoscenza di alcuni abitanti del piccolo stagno, tra i quali ci sono Ipokiki e Kyala i due bulli della situazione, che ovviamente si approfittano del nuovo venuto prendendosi gioco di lui e non perdendo mai occasione per umiliarlo. Allo stesso tempo Demetan deve difendersi anche dalle ostilità di Gyata, che a conoscenza dell’amicizia con la figlia Ranatan cerca di ostacolarlo.

Il piccolo ranocchio riuscirà più volte a farsi valere verso i prepotenti e si presterà d'aiuto ai bisognosi, facendo cambiare piano piano nei suoi confronti i pregiudizi di Gyata e dell’intera comunità dello stagno in cui vivono. Sconfitto anche il terribile pesce gatto che si aggira e terrorizza lo stagno,  finalmente nello stagno tornerà a brillare la pace.

Un fiore al cioccolato


In occasione di una passeggiata su un sentiero delle Dolomiti mi sono inbattuta in questo fiore curioso. Una gentile escursionista mi ha spiegato che si tratta di un fiore tipico del luogo, specie protetta, detto Negritella ma conosciuto anche coi nomi di Morettina o Vaniglia d'Alpe.

Appartiene alla famiglia delle Orchidaceae e la curiosità che lo caratterizza è la profumazione: vaniglia e cioccolato. Fiorisce su terreni magri, prati e pascoli e zone sassose, tra giugno e agosto ad una altitudine tra i 1000 e i 2800 metri d'altezza.  
Nove persone su dieci amano la cioccolata
la decima mente
(Anonimo)

Strudel salato


Ingredienti:
- 1 base pasta sfoglia
- 200 gr prosciutto cotto
- 1 provolone affumicato
- 200 gr di melanzane grigliate surgelate a fette

Preparazione:
Dopo aver scongelato le melanzane surgelate, stendere la base di pasta sfoglia e riporvi sopra a strati le melanzane grigliate, il provolone tagliato a fette e il prosciutto cotto. Arrotolare la sfoglia e infornare a 180 ° per circa 20/25 minuti.

Buono veramente.
Le persone viaggiano per stupirsi
delle montagne, dei mari, dei fiumi, delle stelle
e passano accanto a se' stessi senza meravigliarsi
(Sant'Agostino)